Investire sul Forex con il position trading

By | 16 gennaio 2017
dove conviene investire 2017

Per investire sul Forex la strategia consigliata è di norma quella di seguire i mercati con cadenza giornaliera, e di aprire e di chiudere le posizioni nell’arco di massimo 24 ore. E questo perché la volatilità di mercato unitamente all’effetto leva garantiscono di norma una volatilità tale da poter sfruttare il movimento dei prezzi per guadagnare. Questo, tra l’altro, accade di norma non solo sui cross valutari, ma anche sui mercati azionari investendo per esempio su titoli in genere volatili come le azioni Nasdaq .

Indipendentemente dagli asset scelti su cui investire, c’è una tecnica di trading che prevede, ad esempio nell’arco di una settimana, l’apertura di pochissime posizioni seguendo solo ed esclusivamente quelli che sono i trend primari dei prezzi, e stando comunque poco tempo davanti al PC desktop, al computer portatile, allo smartphone o al tablet avendo preimpostato in automatico i livelli di stop loss e di take profit. Nel dettaglio, il trading che è basato su un livello di operatività molto basso viene definito con il termine inglese di position trading e, come sopra accennato, per puntare al guadagno non sfrutta la volatilità giornaliera generata dall’andamento dei prezzi degli asset, ma i forti trend primari facendo attenzione alla formazione o meno di punti di inversione nel grafico dei prezzi.

In contrapposizione al position trading c’è invece lo scalp trading, che è detto più semplicemente e comunemente scalping. Il trader che fa scalping, a differenza del position trader, ha bisogno di stare invece tutto il giorno davanti al computer in quanto si punta ad ottenere profitto dall’apertura e dalla chiusura, nell’arco di pochi minuti e spesso anche dopo pochi secondi, di decine di posizioni intraday. In altre parole lo scalping non è altro che la forma più estrema di trading giornaliero sui mercati finanziari internazionali.

Il position trader e lo scalper, in ogni caso, per operare con profitto su mercati come il forex devono scegliere il miglior broker online, o comunque quello più in linea con le proprie esigenze a livello operativo. In particolare, il broker forex online deve essere in grado di garantire una piattaforma efficiente, rapida e veloce nell’esecuzione degli ordini ma anche completa riguardo alle news dai mercati in tempo reale ed agli indicatori di analisi tecnica al fine di poter formulare delle previsioni attendibili sul futuro andamento dei prezzi per gli asset sottostanti.

E se in base all’orizzonte temporale ad operare sul mercato sono gli scalper ed i position trader, in ogni caso è fondamentale conoscere ed interpretare quelli che sono i principali indicatori di analisti tecnica, dall’Indice di Forza Relativa (RSI), al Moving Average Convergence/Divergence (MACD), e passando per l’oscillatore stocastico, l’ADX. Ed ancora le tecniche e le strategie di trading basate sulla teoria di Gann, sulle onde di Elliott e sui livelli di Fibonacci.

Anche sul forex, inoltre, la strategia di diversificazione degli asset può permettere di contenere, di mitigare e di mediare il rischio. In altre parole, è meglio investire su diverse coppie di valute anziché puntare su una sola coppia. Ed in ogni caso la fissazione di stop loss e di livelli di take profit automatici è fondamentale al fine di fare trading sempre con l’obiettivo di consolidare i profitti e di tagliare le perdite al fine di mantenere l’integrità del capitale che si ha complessivamente a disposizione, come spiega il sito specializzato in investimenti E-Investimenti.com .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *